Share Button

BATTIPAGLIA. «In merito ai MIASMI in città, oltre a tutti i cittadini che giustamente protestano per il fastidioso “puzzo” che si sente nell’aria, in alcune zone e  in alcuni momenti del giorno e della notte, c’è anche chi non sa fare altro che puntare il dito contro gli unici che sono realmente attivi sul problema». Lo dice il segretario di Etica per il Buon Governo Damiano Taglianetti che replica alle accuse giunte al movimento e alla sindaca.  «Il signor Carmine Galdi ed il consigliere Egidio Mirra, accusano ETICA per il Buon Governo e la sindaca Cecilia Francese di populismo.

Damiano Taglianetti, segretario Etica

Indicano le nostre azioni e quelle della sindaca come dei proclami. Probabilmente non hanno letto il documento, pubblicato anche sui giornali, che tanti cittadini stanno sottoscrivendo – continua Taglianetti -. Non si sono resi conto che le nostre sono azioni concrete, che vanno ad affiancarsi agli atti compiuti dalla sindaca Cecilia Francese, migliaia di cittadini che sottoscrivono una denuncia e chiedono che i colpevoli dell’inquinamento ambientale relativo ai miasmi vengano puniti. Nessun proclama e nessun populismo, d’altra parte poi, proprio perché riteniamo che il problema dell’inquinamento in città sia un problema a danno di tutta la città, che dovrebbe essere affrontato unitamente da tutte le forze politiche anche di opposizione, abbiamo invitato a partecipare all’iniziativa tutte le forze politiche e nessun simbolo di partito è esposto nei pressi del gazebo. Non tutti hanno raccolto l’invito. Aggiungo poi che, per la soluzione di Galdi, di bloccare tutte le aziende private e pubbliche che trattano i rifiuti, noi diciamo NO. Il lavoro svolto da quelle aziende è un lavoro sociale ed in quelle aziende ci sono centinaia di lavoratori che guadagnano uno stipendio. Va fermato e punito esclusivamente chi non rispetta i processi di lavorazione emanando cattivi odori nell’aria con lavorazioni che se correttamente eseguite non dovrebbero produrne. E’ più populista chi propone soluzioni inapplicabili ma dal forte eco o chi sta lavorando notte e giorno per produrre testimonianze e supportare gli organi competenti affinché si arrivi rapidamente all’eliminazione dei miasmi?». Intanto continua la raccolta di firme di Etica che sarà anche al Centro Sociale di Battipaglia oltre che in via Italia. Raccolte le prime cento firme.

Share Button