Share Button

BATTIPAGLIA. Attivata la procedura in danno per la ditta Cogepo Srl di Eboli in merito ai lavori di ripristino della rampa d’ingresso alla rotatoria della statale 18 nei pressi dell’ex hotel Commercio. La procedura è stata avviata dall’ufficio tecnico comunale dopo le numerose sollecitazioni alla stessa ditta di ripristinare il manto stradale reso pericoloso al transito degli autoveicoli a causa di una

Prima dei lavori
Prima dei lavori

buca, nei pressi di un caditoia, che era divenuta, ormai da due mesi, un vero ostacolo alla circolazione lungo la statale 18. I lavori di ripristino sono stati così affidati alla società Alba Srl e saranno effettuati in danno alla ditta che avrebbe dovuto consegnare i lavori alla rotatoria senza alcun problema. «Si tratta di un provvedimento dovuto nei confronti dell’impresa che ha appena consegnato un’opera pubblica non conforme – afferma la sindaca Cecilia Francese -. Attraverso l’assessore e gli uffici competenti abbiamo più volte sollecitato un intervento della ditta che non è arrivato. Ora i lavori di ripristino sono stati effettuati dalla municipalizzata Alba Srl e il costo sarà addebitato alla ditta. Le regole vanno ripristinate tutte. Tutti devono adeguarsi al nuovo modo di concepire la cosa pubblica a Battipaglia». La procedura è

Dopo i lavori
Dopo i lavori

solo la prima che l’amministrazione comunale guidata dalla sindaca Cecilia Francese intende portare avanti attraverso l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Provenza. Si tratta di un percorso già tracciato con la verifica di tutte le opere pubbliche, i cantieri, presenti in città da parte dei tecnici comunali, della municipalizzata Alba Srl e dell’assessore. «Continua l’opera di controllo delle opere pubbliche a Battipaglia – afferma l’assessore Provenza -. La musica è cambiata e la ricreazione è finita. Lo devono sapere anche le imprese che lavorano e vincono gli appalti a Battipaglia. Le opere devono

Giuseppe Provenza, assessore Area tecnica
Giuseppe Provenza, assessore Area tecnica

essere eseguite a regola d’arte e ci sarà tolleranza zero per chi risulta inadempiente. Ho dato disposizioni di eseguire con urgenza i lavori in danno dell’impresa inadempiente per quanto riguarda il pericolo che, da mesi, c’era lungo la statale 18 su un’opera appena realizzata. Ovviamente non a regola d’arte. Questo è l’indirizzo che abbiamo voluto dare alla nostra azione amministrativa. Così si procederà d’ora in poi. Adesso ci sono nel mirino l’Enel, l’Asis e il Consorzio di Bonifica».

Share Button