Share Button

 

CAVA DE’ TIRRENI. I poliziotti del Commissariato di Cava de’ Tirreni, hanno tratto in arresto, in flagranza dei reati di tentato furto aggravato, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e porto abusivo di coltello a scatto, Giuseppe Senatore, 34enne nato a Nocera Inferiore e residente a Cava de’ Tirreni, già noto alle forze dell’ordine per diversi precedenti penali a suo carico. In particolare, i poliziotti sono intervenuti in via Raffaele Lambiase, presso un ristorante in fase di ristrutturazione, al cui interno, poco prima, i due soci titolari dell’attività commerciale avevano trovato un malvivente che alla loro vista si polizia4dava a precipitosa fuga. Lo stesso veniva inseguito dai due proprietari e dal personale della volante, immediatamente giunto sul posto, e veniva bloccato dagli operatori di Polizia in una strada attigua. Nel corso del sopralluogo gli agenti riscontravano che il Senatore si era introdotto all’interno dell’attività commerciale, dopo aver rotto il lucchetto di sicurezza posto al cancello esterno e un vetro di una porta finestra, asportando vari oggetti di arredo in rame per un valore di circa 5.000,00 euro che aveva già riposto in alcuni recipienti pronti per essere caricati sulla sua autovettura. Nella circostanza, venivano rinvenuti altresì numerosi attrezzi atti allo scasso ovvero tronchesi, seghetti, tenaglie ecc., occultati sia sulla sua persona che all’interno della vettura, nonché un coltello a scatto (molletta). Quanto rinvenuto veniva posto sotto sequestro.

Share Button