Share Button

EBOLI. Intervento della coalizione dei moderati che sostiene il candidato a sindaco Massimo Cariello. Tra una settimana ci sarà il ballottaggio e lo scontro tra Cariello e Antonio Cuomo è virulento.

Eravamo convinti che l’avversario di Massimo Cariello fosse privo di proposte per la nostra Città. Non potevamo, però, immaginare che con lui tornasse a Eboli un clima da anni ’50, quando si cercava la protezione del potente di turno. Nella sua disperazione, l’avversario rivela agli ebolitani tutta la sottocultura di cui è portatore. Voler far credere che un reparto ospedaliero si riapra

Antonio Cuomo
Antonio Cuomo

se vince un candidato e non un altro è un’offesa all’intelligenza della Città, oltre che un oltraggio al profilo alto del nuovo Presidente della Regione. De Luca non si abbasserebbe a riaprire un reparto se vincesse un candidato ed a lasciarlo chiuso se vincesse l’altro. E’ un uomo delle Istituzioni e dovrà riconoscere agli ebolitani quanto è loro dovuto. E se il reparto di Pediatria sarà riaperto, lo sarà per le lotte che gli ebolitani hanno fatto nei mesi scorsi, per l’impegno delle mamme che hanno lottato e delle istituzioni che sono state presenti. Lui, l’allora deputato, non c’era e non c’è mai stato ad Eboli preferendo lidi dorati mentre la città combatteva contro i danni che la sua maggioranza Pd provocava. Anzi, dichiarava ai quattro venti che i reparti non sarebbero stati più riaperti. Se De Luca riaprirà i reparti, sarà per merito degli ebolitani e di chi è capace di mobilitarli, non certo di chi non se ne è mai interessato. Qualcuno spieghi all’avversario che il mondo è cambiato, che siamo in Europa, che i finanziamenti non arrivano per amicizia politica, ma perché si propongono idee e progetti. Eboli rischia un futuro oscuro. Gli Ebolitani, di destra, di centro e di sinistra, possono e devono evitarlo. 

Share Button