Share Button

Una confusione e un rimpallo di competenze che si protrae da quasi due anni e che il Consigliere Provinciale Giuseppe Fabbricatore, Capogruppo per Fratelli d’Italia-An è riuscito finalmente a chiarire stamattina durante la seduta del Consiglio Provinciale tenutasi a Palazzo Sant’Agostino. Il Consigliere Fabbricatore, si è rivolto al Consiglio per avere risposte certe circa la consegna delle strade Provinciali, al Comune di Nocera Superiore, in particolare via Indipendenza e via della Libertà, quest’ultime stamani, oggetto di una frana che ha visto la loro completa chiusura al traffico generando agli utenti, che da Castel San Giorgio, Roccapiemonte e Nocera Superiore non hanno potuto raggiungere agevolmente Cava de’ Tirreni e Salerno. A chiarire definitivamente la questione è il dirigente del settore viabilità e trasporti, dott. Domenico Ranesi, il quale ha ricordato che le strade, e in particolare via Garibaldi, via Ricco, via della Libertà e via Indipendenza sono già state consegnate al Comune di Nocera Superiore nel gennaio 2016, esattamente la consegna è avvenuta con verbale del 13 Gennaio, 2016, prot. n. 865. Viene quindi totalmente smentito il Sindaco, Giovanni Maria Cuofano, che aveva sempre sostenuto il contrario, anche nel corso della lunga battaglia intrapresa dai condomini di Parco Vicidomini, in via Ricco 3, i quali nell’Agosto 2016 avevano protocollato una denuncia sullo stato in cui versava la suddetta strada, coinvolgendo finanche la Procura della Repubblica, al fine di ottenere il risanamento di un tratto di strada particolarmente rovinato che metteva e mette tutt’ora a rischio, la stabilità dei fabbricati per il gran numero di vibrazioni che quotidianamente vengono prodotte dal passaggio dai mezzi pesanti, ma anche per l’incolumità dei cittadini. La strada, per la cronaca, è stata ripristinata dall’intervento della Provincia, grazie ad una soluzione temporanea suggerita dai tecnici della Provincia con l’apporto del Consigliere Fabbricatore, del Presidente Giuseppe Canfora e del Direttore Generale Di Nesta. In particolare, l’ufficio della Provincia, erroneamente ha continuato ad incassare alcuni oneri che con il passaggio della strada al Comune di Nocera Sup., spettavano di diritto allo stesso Comune, dunque per ovviare all’errore si è trovata la soluzione nel compensare gli oneri incassati con lavori a carico della Provincia. Questa è la verità sui lavori effettuati lungo la Provinciale e i residenti della località Materdomini, hanno potuto beneficiare di una parziale risoluzione, solo grazie all’errore della Provincia, che il consigliere Fabbricatore ha colto e chiesto subito la risoluzione, mentre il Sindaco ha sempre preferito trincerarsi dietro problemi tecnici e amministrativi inesistenti. «Da questo momento in poi – ha dichiarato il Consigliere Fabbricatore – oltre a smascherare il Sindaco Cuofano sapremo a chi addebitare la manutenzione di quelle strade. Ora il Sindaco si dia da fare per risolvere i problemi relativi alla Provinciale 4, problematiche che investono in primis gli studenti, i quali nelle prime ore del mattino rimangono imbottigliati nel traffico lungo quasi tutto il tratto che collega Nocera Sup. a Roccapiemonte, oltre ai notevoli disagi per i residenti. Adesso non è più il tempo di nascondersi dietro un capello. Certo è che il primo cittadino sta decisamente sottovalutando il problema: quella strada ha problemi di stabilità che un lieve strato di asfalto non potrà certo risolvere! La questione va affrontata e definita seriamente. Inoltre – ha continuato il Capogruppo FdI – nel verbale di consegna del gennaio 2016 sono indicati due punti di crollo, il primo riferito al parapetto del ponte che attraversa in Torrente Cavaiola in località Camerelle, l’altro in località Materdomini, parapetto sinistro in direzione Roccapiemonte, entrambi interessati da sinistri stradali “ frutto di sinistri stradali, in corso di definizione, i cui risarcimenti saranno devoluti al Comune di Nocera Sup. (verb. di cons. del 13.01.2016 prot. n. 865)” Ora, il parapetto del ponte che attraversa il Torrente Cavaiola, località Camerelle, grazie anche all’intervento dell’associazione Gadit, che mise tempestivamente a conoscenza del problema sia me che il Presidente Canfora, fu
riparato con lavori di somma urgenza dalla Regione Campania, Ufficio Genio Civile (è un organo statale periferico, con compito di controllo, monitoraggio e sovrintendenza sulle opere pubbliche, a livello periferico e locale..), mi chiedo, il Comune di Nocera Superiore, in persona del Sindaco Cuofano, ha incassato soldi per questi sinistri? C’è ancora un contenzioso con le assicurazioni ? Di sicuro lo chiederò al Sindaco Giovanni Maria Cuofano con un’ interrogazione nel prossimo Consiglio Comunale!».

Giuseppe Fabbricatore

Share Button