Share Button

“La morte di Ilaria Dilillo, uccisa mentre rientrava a casa a bordo di uno scooter dopo una festa con gli amici, a seguito dell’impatto con l’auto di Domenico Diele nei pressi dello svincolo di Montecorvino Pugliano, è inaccettabile”. È quanto dichiara Imma Vietri, coordinatore del Dipartimento Tutela delle Vittime di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale della Campania e coordinatore provinciale di FdI-An.

“Lo è ancora di più perché chi l’ha tamponata guidava sotto l’effetto di sostanze stupefacenti – spiega – e come se non bastasse con patente sospesa nel 2016. Episodio a cui non era nuovo e sempre per un problema legato all’assunzione di droghe”.

“Nessuno potrà restituire Ilaria a suo padre e agli amici – conclude il coordinatore provinciale di FdI-An -. Ci auguriamo, però, che la legge faccia il suo corso e che chi ha sbagliato non goda di sconti o attenuanti. Sarebbe davvero insopportabile. Quanto accaduto non può lasciarci indifferenti e deve spingerci ad aprire una riflessione anche sulla necessità di controlli ancora più serrati nelle ore notturne e durante il fine settimana, oltre che sulla priorità non più rinviabile di dare maggiori risorse e mezzi alle nostre forze dell’ordine deputate al controllo del territorio. Siamo di fronte ad un lutto di Stato”.

Share Button