Share Button

“Abbiamo chiesto un confronto pubblico al gruppo Insieme per Cambiare. Aspettiamo D’Onofrio in piazza per sbugiardarlo.” 

Sta diventando virale il finto problema del Termodistruttore di carcasse animali  nella Frazione Macchia. Prima ancora che esista lo si usa per mero interesse elettorale. Di fronte a questi continui tentativi di trasformare la cosa in un cavallo di battaglia, in vista delle prossime elezioni comunali, la situazione va chiarita. A oggi non c’è nessuna autorizzazione da parte del Comune di Montecorvino Rovella rilasciata al titolare della struttura – dichiara Rodolfo Gnocchi coordinatore dell’area picentina per Fratelli d’Italia – I passaggi fatti dalla provincia sono formali e non sono vincolanti per l’ente nel dover autorizzare. Sarà Il Comune a dover decidere qual ora il problema si presentasse davvero. Oggi l’unico problema è quello del gruppo Consiliare Insieme per Cambiare che sente sempre di più la sconfitta sulla pelle e non avendo argomentazioni valide cerca di alzare polveroni su vicende come queste che servono a loro per restare sulla scena. I no della Parrocchia – conclude Gnocchi – che hanno cercato di usare per ingigantire ulteriormente la cosa, le smentire dell’amministrazione, la composizione del comitato che vede un consigliere comunale ed un candidato alla guida dei fomentatori di piazza e la raccolta firme inutile iniziativa, in questi casi, volta al solo scopo di farsi ricordare  come capi zona rendono il fatto in generale una Fake News.

Share Button