Share Button

MONTECORVINO ROVELLA. Finanziato con 80mila euro il progetto del Comune di Montecorvino Rovella presentato nell’ambito del programma della Regione Campania “Benessere Giovani-Organizziamoci”. Un risultato eccellente da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Egidio Rossomando che ha deciso di partecipare al bando regionale con un progetto denominato “Open S.PA.CE” che si propone di creare un modello gestionale innovativo degli spazi pubblici rafforzando, in questo modo, la coesione sociale. Progettati tre laboratori che saranno gestiti dalle associazioni locali per approntare iniziative in favore dei giovani. Ci saranno percorsi di sostegno e accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo; laboratori educativi e culturali, finalizzati a promuovere le attività di animazione giovanile per la crescita personale e l’integrazione sociale dei giovani su temi della legalità, della cittadinanza attiva, dell’educazione e tutela dell’ambiente, nonché, la partecipazione collettiva di ricostruzione della identità dei luoghi e delle comunità; infine, laboratori esperienziali nei quali i giovani che saranno coinvolti nelle attività del progetto parteciperanno ad esperienze pratiche, presso le imprese. Sono 150 i giovani che saranno coinvolti nel progetto, di età compresa tra i 16 e i 30 anni, messo a punto dal Comune di Montecorvino Rovella con i partner scelti per partecipare all’iniziativa: il gruppo Scout “Beato Giovanni” di Montecorvino Primo, l’associazione culturale Made in Gauro, la Pro Loco Rovella, il Forum comunale dei giovani, l’istituto d’istruzione superiore “Gian Camillo Glorioso” e il Giffoni Experience. Il finanziamento del progetto è stato accolto con grande soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale che ha puntato su un programma innovativo per coinvolgere i giovani di Montecorvino Rovella e renderli capaci di affrontare le future sfide nel lavoro, nella formazione e nello studio. Il progetto, redatto da Vladimiro D’Acunto, coinvolgerà le scuole di Rovella con l’assessore Maria Sguazzo e i progetti del settore politiche sociali del Comune con l’assessore Marisa Stabile. Il risultato raggiunto è stato presentato ieri pomeriggio presso il Comune di Montecorvino Rovella. «Plaudo a questa iniziativa, sono molto contento di questo progetto che rafforza la collaborazione tra le istituzioni pubbliche – dice il preside del liceo scientifico Carmine Tavarone -. Già abbiamo collaborato con un altro progetto e rafforziamo questa collaborazione». «E’ un progetto importante per il territori, per i giovani, per le scuole – dice l’assessore Marisa Stabile -. Progetto scritto a più mani che si suddivide in diverse tipologie di progettazione aperto alle associazioni del territorio. Ognuno ha presentato una progettazione codificati in cinque percorsi diversi che permetteranno ai giovani di spendersi nel mondo del lavoro. La collocazione fisica sarà all’interno del Convento di Santa Sofia. Lì c’è anche la nostra biblioteca e uno dei progetti riguarda proprio la digitalizzazione di tutto il patrimonio librario che abbiamo che conta circa 9mila volumi». «Si tratta di una testimonianza di quanto possa essere produttivo di quanto un’amministrazione inizi a collaborare con le associazioni del territorio – dice il relatore del progetto Vladimiro D’Acunto -. L’autoimprenditorialità sarà trasversale per tutti i laboratori. Ci sarà il laboratorio audiovisivo che potrà essere utilizzato dai giovani di Montecorvino Rovella con tutte le sue strutture». Presenti alla presentazione dell’iniziativa anche il presidente del Forum dei Giovani Giampiero Delli Bovi: «La nostra proposta è stata il laboratorio audio video, partita da esperienza che abbiamo già avuto come cineforum e arte teatrale – dice -. Opportunità con questo progetto di acquistare il materiale attraverso il Comun e metterlo a disposizione delle associazioni a costo zero. Ringrazio l’amministrazione che ha dato il suo appoggio a questo progetto e Vladimiro che ha messo insieme le idee delle associazioni che hanno partecipato». «Ringrazio Comune e il relatore del progetto per la partecipazione – Giampiero Di Rienzo, presidente del gruppo Scout -. Seguiamo il progetto di collaborazione e di vivere in comunità per il bene del nostro paese». Antonello Vassallo: «Siamo lieti di partecipare a questa iniziativa. Siamo vicini ai giovani del territorio nella nostra attività. Un’occasione da sfruttare».: «Ci occuperemo della digitalizzazione dei testi presenti nella biblioteca comunale – dice Simone Faino di Made in Gauro». «Dobbiamo essere fieri come comunità di aver ottenuto questo finanziamento – dice Maria Sguazzo, assessore alle politiche scolastiche -. Voi giovani dovete essere fieri di questo progetto. E’ questa la cittadinanza attiva. Ci occupiamo della cosa pubblica e l’impresa diventa cultura». Soddisfatto del risultato ottenuto anche il sindaco di Montecorvino Rovella Egidio Rossomando. «Ottimo risultato raggiunto da questa amministrazione comunale in quanto si è classificata all’ottantacinquesimo posto su 402 progetti presentati – dice il sindaco -. Finanziamento di 79mila euro grazie anche alla convenzione sottoscritta con le associazioni del territorio, con il Giffoni Experience e con le scuole. Cerchiamo di raggiungere obiettivi e risultati per la comunità e per i nostri giovani. Ci sono altri bandi a cui parteciperemo, per il momento quelli che riguardano dell’agricoltura attraverso il Gal Colline Salernitane ottenendo 8 milioni di euro. Comuni e privati possono attingere a questi finanziamenti. Altri risultati sono stati quelli della rilevazione delle zone sismiche per 26mila euro perché abbiamo un alto rischio idrogeologico. Come siamo stati bravi penso che andremo ancora avanti ottenendo altri importanti risultati. Montecorvino Rovella, per questo progetto di Benessere Giovani, si trova davanti, per la prima volta, a quello di Giffoni Valle Piana guidando a questo punto tutti i comuni dei Picentini». I ragazzi partecipanti saranno scelti attraverso un bando pubblico con l’aiuto anche delle associazioni partner. per ogni corso c’è un target di partecipanti tra i 20 e i 100 che andranno da un minimo di due giorni a 4 mesi.

Share Button