Share Button

NOCERA SUPERIORE. Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Nocera Superiore, supportati da quelli della Sezione Operativa di Nocera Inferiore, hanno tratto in arresto due uomini, padre e figlio entrambi incensurati, poiché ritenuti responsabili di estorsione. I militari, all’esito di attività infoinvestigativa, hanno accertato che i due, fin dallo scorso mese di febbraio, avevano avvicinato una persona chiedendogli ripetutamente, non esitando a ricorrere alle minacce, la somma arresto-carabinieri-manette-cronacadi alcune decine di migliaia di Euro quale illecito corrispettivo per il rilascio di un immobile, già di proprietà di uno degli arrestati e che la vittima aveva regolarmente acquistato nel corso di una vendita all’incanto. Compresa prontamente la delicatezza della situazione, gli investigatori dell’Arma hanno seguito con meticoloso scrupolo gli sviluppi della vicenda e, in seguito all’ennesima richiesta di denaro avanzata dai due presunti rei a cui la vittima aveva suo malgrado dovuto cedere, nella mattinata di ieri li hanno bloccati sorprendendoli con una busta contenente la somma contante di 5.000 Euro che avevano poc’anzi ricevuto. Il denaro veniva restituito all’avente diritto mentre i due uomini, inchiodati alle loro responsabilità dalle evidenze della flagranza di reato, sono stati tratti in arresto per estorsione e, su disposizione della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore che ha coordinato l’attività, associati presso la Casa Circondariale di Salerno in attesa di comparire dinanzi al GIP per l’udienza di convalida.

Share Button