Share Button

SALA CONSILINA. I militari della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, comandata dal Tenente Davide Acquaviva, a conclusione di attività d’indagine traevano in arresto per tentata estorsione un quarantaduenne pregiudicato originario di Sanza, in esecuzione dell’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa, emesso dal Tribunale di Lagonegro. I militari della Stazione di Buonabitacolo, a seguito di una denuncia, raccoglievano incontrovertibili indizi di reità a carico del prevenuto il quale, nel mese di ottobre 2016, aveva tentato, recandosi presso l’abitazione di un ventisettenne del Vallo di Diano, di estorcergli la somma di 250 euro. La vittima, tuttavia, riusciva a rientrare e a segregarsi in casa, vietando al pregiudicato di eseguire compiutamente il reato. Il provvedimento odierno vieta tassativamente all’estorsore di non avvicinarsi alla vittima, rispettando il divieto di avvicinamento per un raggio di almeno mezzo chilometro.

Share Button