Share Button

SCAFATI. Si è svolto presso la Prefettura di Napoli l’incontro organizzato dall’ANCI regionale “Città medie del PIU EUROPA”. Al tavolo sono state convocate le Città campane che ad oggi hanno sperimentato l’attuazione dei programmi integrati urbani, al fine di condividere le tematiche di comune interesse e individuare soluzioni da discutere per perseguire i risultati attesi di completamento e rafforzamento dei programmi in corso e stabilire le azioni concrete da porre in essere con l’avvio della programmazione 2014/2020. Il vicesindaco di Scafati, Giancarlo Fele: “Durante l’incontro abbiamo manifestato le criticità tecniche e le problematiche rispetto alla volontà del comuni di spendere i fondi europei. Abbiamo chiesto all’ANCI regionale di farsi portavoce presso quello nazionale delle nostre richieste, ovvero maggiore celerità e flessibilità per consentire a noi amministratori di spendere e rendicontare con più serenità”. Il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “Per questo Governo della Regione è finita la luna di miele. Sulla programmazione 2014/2020 dei fondi europei siamo in ritardo e questo penalizzerà i comuni del PIU EUROPA. Si facciano meno chiacchiere e si decida cosa finanziare con i fondi per dare agli amministratori la possibilità di avviare una programmazione senza il rischio di far tornare fondi indietro e di non rendicontare nei tempi. C’è preoccupazione da parte dei territori al di là delle appartenenze. Oggi continuiamo a lavorare grazie alla vecchia programmazione di Caldoro sia sulle Grandi Opere sia sulla riqualificazione urbana”.

Share Button