Share Button

cecilia francese bannerSCAFATI. I Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari – emessa dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica – nei confronti di Giovanni Barbato Crocetta, 23 enne di Scafati, già noto alle Forze dell’Ordine, ritenuto responsabile di sequestro di persona, rapina e lesioni personali aggravate, reati commessi in concorso con un complice, già arrestato lo scorso mese di aprile. Il provvedimento restrittivo, infatti, scaturisce da

Francesco Berrito
Francesco Berrito

un’indagine avviata dalla Stazione di San Valentino Torio, a seguito della denuncia presentata da un giovane del luogo che lo scorso 19 aprile, mentre transitava nella zona di Scafati, venne costretto ad arrestare la marcia del proprio veicolo da due individui i quali, dopo averlo percosso violentemente, lo caricavano a forza sulla loro autovettura, per poi condurlo in località isolata di campagna e sottrargli il portafogli con il denaro, il telefono cellulare e gli altri effetti personali. Nella circostanza i militari sottoposero a fermo di

Giovanni Barbato Crocetta
Giovanni Barbato Crocetta

indiziato di delitto lo scafatese Francesco Berritto, 23 anni, anch’egli già noto alle Forze dell’Ordine, mentre Giovanni Barbato Crocetta si rese immediatamente irreperibile. Francesco Berrito, peraltro, nel corso della perquisizione domiciliare, venne trovato in possesso anche di una cospicua quantità di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”.

Share Button