Share Button

SALERNO. Era l’ex consigliere comunale, ex assessore della giunta D’Alessio ed ex candidato alle Regionali con Vincenzo De Luca, il battipagliese Antonio Salimbene, il funzionario che chiedeva tangenti per il rilascio dei “patentini” per la vendita di tabacchi. Il

Antonio Salimbene
Antonio Salimbene

funzionario corrotto è stato incastrato dalle telecamere nascoste un funzionario dei Monopoli. Antonio Salimbene, 53 anni, di Battipaglia, fino a sette mesi fa in servizio all’ufficio Dogane e Monopoli di Salerno, è stato raggiunto da una misura cautelare interdittiva della durata di dieci mesi. L’ordinanza è stata emessa dal gip Emiliana Ascoli del tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura, nell’ambito di una inchiesta coordinata dal sostituto Maurizio Cardea. Il funzionario battipagliese era coadiuvato da due intermediari: uno di Eboli, Vincenzo Rizzo e l’altro di Mercato San Severino. Tutti e tre sono indagati in concorso per i reati di induzione indebita, abuso d’ufficio e falso. Il sistema è emerso grazie alle intercettazioni telefoniche e ambientali. C’era un tariffario. La richiesta oscillava dai 10mila ai 15mila euro. “Solo” 5mila per il rinnovo.

Share Button